La Nostra Storia

    Il Club Amici della Montagna è nato il 2 febbraio del 1957, fondato da un gruppo di amici che oltre all’amicizia vera erano accomunati dall’amore per la montagna intesa non solo come ambiente naturale da conoscere e rispettare, ma anche come “palestra” per svolgere molteplici attività sportive. Con il passare degli anni, il gruppo di amici si è ampliato, sempre con un occhio di riguardo allo spirito che animò i nostri Soci fondatori; oggi siamo più di quattrocento associati, diventando l’Associazione più grande della Lombardia affiliata alla F.I.E. (Federazione Italiana Escursionismo).

    Dopo questa piccola ma speriamo esauriente presentazione, vogliamo farvi conoscere le nostre attività, che coprono in pratica l’intero arco dell’anno; il nostro anno associativo prende il via a Novembre con la ricorrenza della giornata sociale, manifestazione dedicata a tutti gli associati.
   Le gite vere e proprie cominciano però in concomitanza con l’apertura degli impianti sciistici nel fine settimana dell’Immacolata (8 Dicembre) con le uscite dedicate sia allo sci alpino che allo sci nordico.Le attività proseguono a ritmo incalzante fino ad arrivare alle scuole sci che prendono il via a Gennaio e che prevedono di volta in volta località sempre nuove, avendo a bordo dei nostri pullman i Maestri Federali che ci seguono ormai da parecchi anni; fiore all’occhiello della scuola di discesa è il metodo di insegnamento che prevede, oltre a tre ore per domenica di lezione la possibilità di sciare con la nostra squadra di accompagnatori in pista (per uno sci divertente e sicuro).

    Passando alla scuola di sci nordico anch’essa itinerante, vogliamo segnalare la bravura e passione del nostro attuale Maestro Fabio Piccinelli, che con la sua simpatia e disponibilità ha conquistato sempre più consensi da parte dei nostri associati; da segnalare anche qui la presenza costante dei nostri responsabili in pista.
    Il seguito della stagione è intervallato dalle gare associative, dai campionati cittadini di sci (che ci hanno visto numerose volte salire sul gradino più alto nella classifica per Società), dalla minisettimana bianca sulla neve e dalle immancabili gite domenicali.
    Dopo tutta questa neve, a partire dal mese di Aprile prende il via la stagione escursionistica, da alcuni anni ritornata “di moda” tra i nostri Associati, alla ricerca di una giornata all’aria aperta ed in ottima compagnia; anche in questo caso sono numerosi gli appuntamenti domenicali, come non mancano i fine settimana (magari in Dolomiti) e, dulcis in fundo, il trekking di una settimana nel mese di Agosto: provate ad immaginare di camminare in luoghi altrimenti irraggiungibili in giornata e di fermarvi la sera in un accogliente rifugio di montagna, condite il tutto con una buona dose di simpatia e….tutto questo è il trekking di Agosto. Non mancano, come dicevamo prima le gite domenicali nei luoghi più suggestivi delle nostre belle Prealpi e spingendoci in avanti con la stagione le camminate nel cuore delle Alpi.

E poi?
E poi si riparte con una nuova stagione.

Altre Attività:

    Il CAM, oltre alle attività sopra citate è stato ed è presente in attività e manifestazioni socialmente utili; dopo varie serate di teatro-cabaret (interamente realizzate dagli associati) per la raccolta di fondi, siamo stati gli organizzatori della prima “Maratonina Bustese per disabili”che si è tenuta a Busto Arsizio nel Maggio ’91, nonché del “Campionato Italiano di Maratonina per disabili” del 1993. Nel 1996 abbiamo partecipato all’organizzazione del “Campionato Regionale di Maratonina” in contemporanea al “Campionato Amatori FIDAL”, una manifestazione che ha visto gareggiare atleti disabili insieme ad atleti normodotati.
     Ultima in ordine di tempo la collaborazione con l’associazione “Marco Fontana” a favore di un gruppo di bimbi Ucraini ospiti di alcune famiglie della nostra città.

2007 Cinquantesimo di Fondazione

Con la serata di Venerdì 23 Novembre, si è concluso il programma per i festeggiamenti del nostro Cinquantesimo di fondazione. È stato un anno intenso e ricco di momenti per festeggiare la nostra società.

    Un breve riassunto dei momenti più significativi: la prima occasione per festeggiare il 50° è stata la gita ai Corni di Canzo, che era stata la prima gita organizzata dal CAM nel lontano 1957. Abbiamo proseguito con la serata, patrocinata dal Comune di Busto Arsizio (come tutte le altre nostre manifestazioni), con Luca Pagliari che raccontava la vita di Angelo D'Arrigo.
     Arriviamo al 27 Maggio, l'evento principe di questi festeggiamenti, il Raduno Nazionale dell'Escursionismo FIE, che abbiamo organizzato a Macugnaga. La giornata, che purtroppo si è svolta sotto la pioggia, ha visto la partecipazione di circa 500 ragazzi provenienti da tutta la Lombardia e una rappresentanza anche dal Piemonte. Un grazie per questa manifestazione va anche al Comune di Macugnaga e alla locale sezione del CAI, per l’aiuto ricevuto.
    Venerdì 7 Giugno abbiamo avuto l'onore di ospitare un dei maggiori arrampicatori italiani, Manolo, serata che visto la sala Tramogge piena di gente.
    Venerdì 12 Ottobre Teresio Valsesia ci ha illustrato il suo ultimo libro “Tour del Monte Rosa e Cervino”.
    Siamo arrivati alla nostra 50° giornata sociale, che dopo la visita al cimitero di Busto per la deposizione di un cesto di fiori a ricordo dei nostri soci deceduti è continuata nella Chiesa di Madonna Regina, dove è stata celebrata la funzione religiosa con la partecipazione del Coro “Monte Rosa”. Al termine della funzione religiosa il nostro Presidente, Teresa, con molta commozione ha premiato i presidenti che l'hanno preceduta e il nostro socio fondatore Achille Pastori.
      Siamo arrivati all’ultima manifestazione, venerdì 23 Novembre l'incontro con Silvio Mondinelli (Gnaro), il secondo italiano ad aver completato la salita ai 14 ottomila della terra senza utilizzo di ossigeno, ci ha trasmesso la sua grande umanità e la sua semplicità, durante la serata ci ha spronati a portare sempre più ragazzi in montagna e non considerare la montagna come assassina, come spesso risulta dai mezzi di informazione, ma come mezzo di incontro, di amicizia, di crescita e di aiuto reciproco. Dicendoci anche che le mete da raggiungere sono diverse e non devono essere per forza la salita ad un ottomila, ma può essere anche la collinetta che abbiamo dietro casa.

     E... adesso inizia il nostro 51° anno.

 


Copyright © 2017 Club Amici della Montagna. Tutti i diritti riservati.
Powered by GetSimple

Questo sito fa uso di cookies tecnici e non fa uso di cookies di profilazione per i quali è richiesto il consenso del navigatore come meglio specificato nella pagina del garante della privacy.